Digital influencer: dopo tutto, cosa significa essere un influencer nelle reti?

Se c'è qualcosa che può mostrare come l'ascesa dei social network ha rivoluzionato varie aree della nostra vita. è l'influencer digitale. Questa carriera relativamente nuova nel mercato chiarisce che quando parliamo di Mi piace, commenti, opinioni, stiamo parlando del riflesso di ciò che la società sta seguendo o rifiutando.

Tuttavia, tra innumerevoli pubblicazioni, tentativi di coinvolgimento, partnership, pubblicazioni, la domanda rimane: che cosa, esattamente, deve essere un influencer? Come è la routine che accompagna questa professione? Con questo in mente, abbiamo parlato con alcuni esperti in materia, al fine di comprendere meglio le verità alla base della carriera di un influencer digitale.

Ma prendendo il termine alla radice: influencer digitale (o, letteralmente traducendo, influencer digitali), in sostanza, è la persona che ha il potere di influenzare un determinato gruppo di persone. Questi professionisti dei social media hanno un impatto su centinaia e persino migliaia di follower, ogni giorno, con il loro stile di vita, opinioni e abitudini.

Vale la pena sottolineare che l'ascesa dell'influencer digitale è direttamente proporzionale all'aumento del consumo di informazioni e prodotti su Internet. E i marchi hanno approfittato di questo momento per essere più presenti e più vicini al consumatore. In pratica, l'influencer influisce e conquista follower e fan, attraverso la produzione di contenuti, oltre a utilizzare i media digitali (in questo caso, di solito Instagram, Facebook, YouTube o persino il blog) come mezzo per fornire informazioni.

  • Gli influencer brasiliani si distinguono in tutto il mondo su Instagram Stories
  • Le aziende vogliono investire di più in influencer, afferma la ricerca
  • Quattro gambe e migliaia di seguaci! Incontra gli animali domestici più influenti sul web

Questo è il caso di Evelyn Regly, che ha 4,9 milioni di follower su Instagram e 4,42 milioni di abbonati sul suo omonimo canale YouTube. Una volta chiesto come ci si sente a trasformare l'hobby in una carriera, l'influencer dice: “Adoro quello che faccio. Quando avevo 15 anni armeggiavo con il computer che mio padre mi ha dato con grande difficoltà e ho imparato a programmare da solo. Lì sapevo già che volevo lavorare nell'area dei computer, delle reti ecc. Lavorare online a tempo pieno è un piacere. Io amo".

Visualizza questa foto su Instagram

Ragazzi, guardate questi pezzi della nuova collezione Colors of Life di @rommanel ❤ Too beautiful !!! ? Hanno opzioni di gioielli placcati in oro 18 carati, rodio e rodio nero. L'aspetto che ho scelto sono questi, dal rodio, che adoro! Vale la pena dare un'occhiata all'intera collezione sul sito Web per vedere quali sono i tuoi gioielli preferiti. E per acquistare basta trovare un rivenditore o un negozio Rommanel più vicino a te. #rommanel # colecao2020rommanel #CoresdaVida @socialpunchmedia #ad

Un post condiviso da EVELYN REGLY (@evelynregly) il 16 marzo 2020 alle 21:56 PDT

Nonostante ami il suo lavoro, Evelyn riconosce le sfide. “Un punto negativo è l'esposizione. Anche se non volevi, a volte devi commentare le cose nella tua vita personale. Fa parte di esso. Per me, la più grande difficoltà è rimanere in salute in un ambiente in cui l'opinione viene venduta molto facilmente. Cerco di essere il più trasparente possibile quando ho intenzione di dare la mia opinione e se sento che non dovrei, né dovrei ”, dice.

E in termini di esposizione, l'influencer afferma che ha già attraversato una situazione in cui una rissa con un'amica, anche un'influencer, è diventata pubblica e fino a quando ha parlato, il pubblico non ha smesso di chiedere una sua reazione. “Questo è molto brutto, è una grande pressione. Non sempre vuoi parlare in quel momento, non sempre vuoi parlarne. Ma l'ho fatto. Oggi sto più attento mentre espongo, comprese le amicizie ”, aggiunge.

Secondo Evelyn, la routine di un influencer è davvero intensa. “Se non ti fai la polizia, dormi e ti svegli al lavoro. Mi ritrovo a pensare a contenuti creativi per il mio pubblico tutto il giorno. Mi sveglio leggendo i commenti, ciò che le persone mi chiedono di dire o fare (come recensioni di prodotti, chat con argomenti specifici, ecc.). Rispondo circa 5.000 commenti al giorno, poiché è importante rimanere vicini al pubblico che ha una passione per te ”, rivela.

Tuttavia, la stancante routine finisce per generare buoni risultati, secondo lei: “È molto gratificante. Inoltre, produco foto e video ogni giorno, per varie piattaforme, oltre a produrre contenuti pubblicitari. Non ho tempo di smettere di lavorare, lavoro anche quando mi sveglio all'alba ... ecco perché cerco di sorvegliarmi da solo ”.

Influencer sotto gli occhi del mercato

Tuttavia, ci sono molti influenzatori che non abbiamo l'abitudine di seguire. Sono il backstage di quella carriera, parlando a dovere. Innanzitutto, è possibile osservare che l'ascesa di influencer ha avuto un impatto in diverse aree del settore. Più di quanto pensiamo, in realtà.

“Oggi, quando si pensa al lancio di qualsiasi prodotto o servizio, un fattore che prende sempre in considerazione è il modo in cui verrà accettato su Internet e sui social network. O anche ricerche di mercato per questo vengono spesso condotte, in gran parte, attraverso Internet e i social network. Quello che abbiamo visto, con forza, è che non solo gli influenzatori, ma tutti gli utenti di Internet sono stati considerati con maggior peso ”, spiega Thábata Mondoni, CEO dell'agenzia di comunicazione Mondoni Press.

Thabata sottolinea che il comportamento del consumatore è cambiato e sarà in costante metamorfosi con Internet, e i marchi che non restano sintonizzati perderanno spazio e persino l'opportunità di guadagnare molto di più: “Connettività, interazione e multipiattaforma sono le parole del giorno e dovrebbero essere presente nel quotidiano di qualsiasi attività commerciale. Un prodotto oggi non è più solo un prodotto. È un post futuro che esprime le preferenze e le personalità di ogni individuo. Per questo motivo, il consumatore che è online deve essere pensato in ogni dettaglio ”.

Ma che dire di assumere un influencer? Come funziona? Bene, secondo Thábata, i primi punti da definire sono le azioni strategiche con questi influenzatori. Quindi, il marchio deve tenere a mente se sarà un'azione puntuale o seguirà per un certo periodo, se utilizzerà uno o più influenzatori, quale messaggio vuole che il marchio passi attraverso i loro social network e se raggiungerà il pubblico- bersaglio.

“Ho visto molti grandi marchi sbagliare nelle loro azioni. Spendono molti soldi, fanno eventi costosi, ma quando arrivano gli influenzatori, non succede nulla e non genera contenuti per loro. La pubblicazione solo per la pubblicazione non genera risultati. Un'azione strategica deve raccontare una storia e sostituire quel publipost forzato - che è nel feed di ogni influencer - con contenuti più interessanti e suggestivi ”, spiega il CEO.

Secondo Thábata, altri punti di attenzione sono di identificare se questo influencer influenza davvero e se ha coerenza con il marchio contraente. “Molti influencer hanno un seguito ampio, ma non coinvolgono le persone. Infatti, oggi avere molti follower non definisce il potere di un influencer. Coloro che coinvolgono, mobilitano le persone, hanno l'autorità al punto di indurre gli utenti di Internet a provare nuovi prodotti e marchi, questi sono davvero considerati influenzatori ”, rivela.

Chi condivide un punto di vista simile sta influenzando Ana Tex, specialista nel marketing digitale con un focus sull'uso di strumenti digitali per aumentare le vendite e la visibilità. “L'ideale per l'influencer di vincere l'aspetto dei marchi è dimostrare di avere un pubblico impegnato. Quindi nei post che fa, ci sono persone coinvolte? Nelle vite che fa, ci sono persone fidanzate? Quando fa un evento, le persone partecipano? Può mobilitare le persone? Questo è ciò che vogliono i marchi, indipendentemente dalle dimensioni. Non devi essere un grande influencer, ma per mobilitare le persone attorno a una causa ", sottolinea.

Secondo il CEO di Mondoni Press, dopo il boom di influencer con centinaia di migliaia di follower, che hanno iniziato a addebitare $ 15 migliaia di R $ a ingenti somme di denaro per le pubblicazioni, molte aziende hanno iniziato a scommettere su microinfluencer e nanoinfluencer (circa mille seguaci), che si avvicinano alla gente comune, di giorno in giorno. Questo perché il pubblico su Internet ha sempre più cercato persone con cui si identificano, che hanno uno stile di vita simile.

Original text


Accanto a questa tendenza, ci sono anche nuove possibilità di azioni, come l'utilizzo di un budget che verrebbe investito in solo 1 o 2 influenzatori, per assumere diversi in regioni strategiche. Alcuni marchi pagano anche tra R $ 200 e R $ 500 (mese), oltre alla spedizione del prodotto, per ogni nanoinfluencer. “L'ammirazione e il riferimento sono importanti, ma è necessario generare una vera identificazione. Il pubblico deve vedere qualcosa e capire che è anche possibile e accessibile a loro. In caso contrario, l'obiettivo principale di qualsiasi azione di marketing non accadrà: la vendita ”.

Fidanzamento

Una parola ampiamente usata quando si tratta di influenzatori è impegno. Utilizzato in contesti diversi, è un riferimento a come qualcuno si collega a qualcosa. Nel caso dei social network, che hanno reso popolare il termine, è anche un modo per capire come il pubblico interagisce con i marchi. Ma come funziona?

Per Thiago Valadares, specialista in comportamento digitale e socio-direttore di Agência Hiro, il fattore principale che porta a un buon coinvolgimento è la frequenza nei post e nell'interazione. "Importante quanto la pubblicazione, l'interazione con i tuoi fan è fondamentale. Come i commenti, rispondi, commenta le foto degli altri, interagisci nelle storie, in breve, dialoga al massimo con i tuoi fan, mostra che hai visto e che ti interessa. Mantenere una buona frequenza, pubblicare costantemente, ti aiuterà a crescere nel mondo digitale ”, sottolinea il professionista.

Secondo Ana, le strategie di coinvolgimento dipendono da ogni media, ma da Instagram, ad esempio, l'idea principale è quella di fare in modo che i contenuti salvino, commentino e condividano e che la community inizi a impegnarsi. “Quindi pensa sempre alla creazione di contenuti per generare una comunità e attraverso cause e cose che le persone cercano su Internet. Questo è uno dei modi migliori per generare coinvolgimento ”, consiglia.

D'altra parte, Ana ricorda ciò che gli influenzatori non dovrebbero fare: “Ciò che può causare a un influencer di perdere molti seguaci è la mancanza di autenticità e quando si posiziona in un modo che il pubblico non capisce. Ho visto casi di persone che parlano di essere vegani e sono stati sorpresi a mangiare carne, per esempio. Quindi c'è una mancanza di coerenza in ciò che offri ”.

Thiago include che qualcosa che non funziona per un influencer è la controversia. “Molti influencer, al fine di crescere e acquisire notorietà, scelgono questo percorso, generando polemiche, discutendo con i fan e criticando quando possibile. Questa strategia è vecchia, funziona, ma può diventare una grande minaccia e tutto ciò che è stato costruito può essere facilmente distrutto, sia per i reclami (quindi puoi perdere il conto) sia per ottenere un'etichetta che sarà quindi difficile da rimuovere ", account.

Per coloro che vogliono diventare un influencer, Thiago consiglia innanzitutto alla persona di sapere di cosa vuole parlare, qualcosa che gli piace, che ha padronanza, che può produrre contenuti di qualità. La scelta della segmentazione è un altro punto. Un suggerimento sottolineato dallo specialista nel comportamento digitale è quello di seguire influenzatori simili, trovare buoni contenuti da ispirare.

Thiago ritiene inoltre che il modo migliore per distinguersi sia dimostrare di avere contenuti di qualità per quel segmento. "Prima c'era un'era di" fan ", tanto meglio era. Oggi è l'era della credibilità. In altre parole: meglio avere 10 mila seguaci a cui piaci, che appartengono a una tribù, che conoscono i tuoi gusti e che ti accompagnano, piuttosto che avere 1 milione di seguaci e 800 mila per essere indipendenti ”. Qualità non quantità. I marchi lo vogliono ora ", afferma.

Quanto guadagna un influencer?

Ora tocciamo un argomento molto interessante: i numeri. Secondo Thábata, è proprio a causa del numero di follower e accessi che l'influencer fa la sua carriera. Dice che ogni influencer dovrebbe avere un kit multimediale (materiale di presentazione) contenente tutti i possibili numeri, comprese le statistiche sul coinvolgimento e sul pubblico target.

Con questo in mente, un grande influencer può caricare fino a R $ 10.000 per pubblicazione, e questa è una media che può raggiungere valori molto più alti. I microinfluencer (con circa 20 mila follower) si caricano nell'intervallo di R $ 1 mila, una media che può anche variare. E ci sono i nanoinfluencer che fanno pagare da R $ 200. Tuttavia, ci sono molti che accettano di inviare in cambio del prodotto stesso. Tutto dipenderà dalla negoziazione.

Tuttavia, trasformare i social media in una carriera può anche essere un duro lavoro. "Fare la tua pagina per fare soldi non è un compito così facile. Richiederà dedizione quotidiana, periodicità nelle pubblicazioni e presenza costante nelle storie fino a raggiungere un pubblico che si impegna sulla pagina. Dopo aver identificato che hai questo pubblico, il prossimo passo sarà presentarti ai marchi. Tutto ciò richiede tempo, disponibilità e investimenti. Quindi, sì, è possibile monetizzare tramite post sponsorizzati, partecipare a eventi, ricevere prodotti, scommettere sul marketing di affiliazione o persino lanciare un prodotto esclusivo ”, conclude Thábata.

Articoli Correlati