Dopo l'arresto, la coppia Mega Filmes HD non si avvicina nemmeno ai computer

La coppia Marcos e Thalita Cardoso hanno conquistato i riflettori dei media brasiliani quando, l'anno scorso, sono stati arrestati dalla polizia federale per aver amministrato Mega Filmes HD. All'epoca, il sito web di film e serie piratati riceveva circa 64 milioni di visite mensili e guadagnava 70.000 R $ al mese per la coppia, che conduceva una vita di lusso e ostentazione.

Il sito è andato in pezzi, la coppia è stata arrestata e oggi rispondono in libertà. Nonostante ciò, i due furono convocati dalla polizia federale per testimoniare in un altro ramo dell'operazione Barbanera.

Secondo G1, un uomo arrestato per la seconda fase dell'operazione ha riferito al PF che la coppia aveva autorizzato l'uso del nome "Mega Filmes" su un altro sito Web, megafilmeshd20.org, recentemente chiuso con l'aiuto dell'Interpol. La citazione della coppia sollevava sospetti che Marcos e Thalita fossero coinvolti in un nuovo schema di pirateria.

Marcos e Thalita Cardoso hanno vantato sui social media una vita di lusso con macchine e molta ballata

Marcos e Thalita Cardoso hanno vantato sui social media una vita di lusso con macchine e molta ballata (Riproduzione)

La coppia ha testimoniato per poco più di due ore alla stazione di polizia di PF a Sorocaba, e la polizia afferma di non aver trovato prove, almeno finora, per indicare che continuano a distribuire film in modo irregolare sul web.

In un'intervista a detto portale, Fábio Moura, l'avvocato della coppia, ha dichiarato che "non sanno nulla, non sono coinvolti" con i nuovi siti. Sempre secondo Moura, dopo quello che è successo nel 2015, il trauma della coppia è stato tale che "lui [Marcos], anche, (...) non si è nemmeno avvicinato ai computer".

Seconda fase di Barbanera

La scorsa settimana, il PF ha lanciato la seconda fase dell'Operazione Barbanera, che mira a smantellare i gruppi di pirateria su Internet. Complessivamente, le autorità hanno abbattuto tre siti Web che insieme hanno totalizzato 64 milioni di visite al mese e guadagnato con annunci online. Una delle cinque persone arrestate per l'azione citò Marcos e Thalita.

"Sono molto dispiaciuti di essere stati nuovamente convocati, perché non sapevano di aver commesso un crimine. Riconoscono l'errore e lavorano al di fuori di esso", ha detto l'avvocato. "Loro [i detenuti] sanno che Marcos e Thalita sono nei media ed è per questo che devono averne parlato, ma senza alcuna conoscenza della loro mancanza di partecipazione".

La polizia federale classifica i tre siti chiusi dalla seconda fase dell'operazione come "i tre più grandi in Brasile" e afferma che "non si preoccupano di trasmettere la propria immagine ai siti di pirateria digitale".

A differenza di "Casal Mega Filmes", tutti i prigionieri erano più discreti e non si vantavano così tanto. Sono attualmente in detenzione temporanea, con la possibilità di estendere la prigione. Tutti risponderanno per violazione del copyright e costituzione di un'organizzazione criminale e potrebbero dover pagare fino a otto anni di carcere, oltre a una multa.

La vita lontano da Internet

Attualmente, Marcos e Thalita hanno una propria attività di vendita salata. Prendono ordini e ordini alla porta e consegnano un viaggio del 1987 prestato da membri della famiglia - un netto contrasto con le quattro auto di lusso, tra cui una BMW, sfoggiata in passato.

Attualmente,

Attualmente, "Casal Mega Filmes" si prende la vita preparando snack per ordinare. La consegna viene effettuata in viaggio 1987 prestata da familiari (riproduzione: G1)

Spiacente, Marcos afferma di "essere fuori" dalla vita del crimine e di non voler essere nuovamente arrestato come lo era per dieci giorni nel 2015.

Fonte: G1

Articoli Correlati